Pecorino

Roberto è un pastore, figlio di un pastore, orgoglioso del suo bastone di legno di olivo massello: il pastorale, appunto. Roberto è un puro, biologico ante litteram (ma certificato, paga 1800 euro l’anno). Possiede terreni (alcuni in affitto) dove mantiene e rigenera il “prato stabile” (quello composto da una varietà di erbe che crescono naturalmente sulle nostre colline spesso sotituite dalla sola erba medica). Lì, a Roncroffio, l’ho incontrato mentre portava al pascolo il gregge. La sede dell’azienda agricola è a Fariolo (a dieci minuti di auto dopo le gallerie, sopra Casina).

Roberto produce pecorino genuino: fresco (con variante al peperoncino), di media stagionatura e stagionato. Lo vende al mercato del contadino del sabato mattina, dove ce lo consegna e lo paghiamo direttamente (ci pratica uno sconto di circa il 15%). L’accordo prevede che si ordini almeno un quarto di forma (circa 400/450 gr). Su indicazione ce lo fa avere sottovuoto. L’ordine viene effettuato un a volta al mese.

Annunci